Corso A.F.F.

Il metodo didattico TUNNEL + AFF è il più moderno sistema di apprendimento nel paracadutismo sportivo oltre che il più sicuro e veloce. Infatti, l’allievo prima imparerà nel tunnel il controllo della posizione del proprio corpo – cioè la stabilità, le rotazioni controllate, i corretti movimenti per l’apertura del paracadute, la lettura dell’altimetro, ecc. – e solo successivamente affronterà i lanci di corso in caduta libera.

Durante il corso AFF, ogni sabato mattina l’allievo riproverà al suolo tutte le procedure di emergenza, per consolidare le proprie capacità di intervento in tutte le situazioni.

Ogni lancio sarà preceduto da un’attenta pianificazione, al fine di rispettare tutti i criteri di sicurezza e di ottimizzare la prestazione.

Il corso A.F.F. è strutturato in:

– fase di addestramento propedeutico al suolo;

– fase (opzionale) di 20 minuti nel tunnel simulatore di volo, a Torino;

– fase pratica, articolata in 5 livelli di apprendimento in caduta libera da 4.300 m (oppure, 7 livelli se non viene effettuata la fase opzionale nel tunnel).

I lanci saranno effettuati:

– insieme a due istruttori nel 1 livello AFF, se si è scelta la progressione col simulatore di volo (oppure, nei primi 3 livelli senza l’utilizzo del tunnel);

– con un istruttore AFF nei successivi quattro livelli.

Gli istruttori, oltre alla fase di preparazione a terra, forniranno le correzioni direttamente durante il volo tramite segnali con le mani, con gli intuibili vantaggi dell’apprendimento in tempo reale.

Dopo il lancio, l’istruttore e l’allievo valuteranno insieme le varie fasi, individuando gli aspetti positivi e quelli da migliorare, e provando a terra gli opportuni esercizi.

L’allievo paracadutista, durante il corso AFF, sarà radioassistito nella conduzione del paracadute; l’istruttore potrà quindi correggere le sue manovre se necessario.

Con favorevoli condizioni meteorologiche è possibile portare a termine la parte pratica anche in un solo fine settimana di lanci.

I paracadute della Scuola sono modernissimi e tutti dotati di congegno automatico di apertura del paracadute secondario.

Vi aspettiamo!

Per informazioni: aff@paracadutismolucca.it

FAQ

La differenza è che nel corso TAFF (Tunnel and Accelerated Free Fall) si impara a volare nel Tunnel simulatore di volo prima di effettuare il lancio dall’aereo.
Il corso A.F.F. è articolato in:
– una fase di addestramento propedeutico al suolo solitamente di ca. 12 ore svolta preferibilmente il venerdì in modo da avere gran parte del fine settimana a disposizione per la parte pratica;

  • 20 minuti di tunnel (simulatore di caduta libera) opzionali;
  • 5 livelli di apprendimento (7 livelli se NON si sceglie l’opzione tunnel) con video, in caduta libera da ca. 4300 m;
  • ogni livello prevede il raggiungimento di determinati obiettivi tecnici;
  • durante la caduta libera gli istruttori, tramite dei segnali convenzionali, indicheranno all’allievo, mentre sta eseguendo gli esercizi, le opportune correzioni;
  • è intuitivo che con questo metodo l’apprendimento è velocissimo, perché mentre l’allievo esegue, viene corretto se necesario ed impara;
  • a paracadute aperto l’allievo sarà assistito da un Istruttore via radio nel pilotaggio della velatura.
Ogni livello prevede il raggiungimento di determinati obiettivi e quindi ogni lancio viene accuratamente ed individualmente preparato al suolo impartendo l’istruzione ed effettuando i training necessari per il conseguimento degli obiettivi prefissati. Dopo il lancio sarà eseguita l’analisi critica (il cosiddetto debriefing) dove verrà analizzata attentamente ogni fase del lancio (quando realizzato anche mediante l’ausilio video) insieme al/agli istruttore/i così da ottimizzare l’apprendimento ed il livello tecnico dell’allievo.
Ogni livello viene superato solo se gli obiettivi prefissati vengono conseguiti altrimenti il livello deve essere ripetuto. In caso di ripetizione di livelli per mancato raggiungimento degli obiettivi vi saranno dei costi aggiuntivi.
L’allievo è addestrato a pilotare autonomamente il paracadute e a far fronte ad ogni eventualità: comunque nei primi lanci durante il volo a paracadute aperto, l’allievo sarà assistito via radio nel pilotaggio da un Istruttore.
Sì, il corso di paracadutismo AFF o TAFF abilita l’allievo a lanciarsi da solo in caduta libera.
Si, presso la Scuola paracadutismo Lucca viene insegnato a ripiegare il paracadute principale.
I paracadute utilizzati dagli allievi hanno caratteristiche specifiche per i lanci scuola e cioè velocità, dimensioni e caratteristiche di volo idonee all’attività degli allievi paracadutisti. Il paracadute utilizzato nei lanci AFF ha anche caratteristiche specifiche per questo tipo di lancio.
Abbiamo osservato che l’aver fatto in precedenza un lancio in tandem, nella maggior parte dei casi rende molto più proficuo il primo lancio di corso, con conseguenti positive ricadute anche sui successivi. L’allievo al primo lancio di corso ha così già sperimentato la caduta libera ed il volo a paracadute aperto e quindi può concentrarsi sugli esercizi da compiere, senza distrazioni, e perciò con migliore profitto (e questo significa “risparmiare soldi, imparando meglio e divertendosi di più”).
Il prezzo del lancio tandem non è compreso nel prezzo del corso.
Le riprese video aiutano a capire cosa è avvenuto durante la caduta libera migliorando così l’apprendimento ed il profitto complessivo. L’allievo è facilitato nella comprensione degli esercizi e nelle correzioni eventualmente da apportare alle proprie tecniche, perché può associare all’immagine visiva le sensazioni vissute durante l’effettuazione degli esercizi.
No, la Scuola paracadutismo Lucca offre la possibilità di noleggiare i paracadute con cui effettuare i lanci nella propria organizzazione.
Si, con il corso si ottiene “l’abilitazione al lancio” con la quale l’allievo potrà fare attività di paracadutismo in qualsiasi scuola di paracadutismo italiana o straniera.
Quando l’allievo termina il corso AFF avrà acquisito determinate capacità e sarà abilitato a lanciarsi da solo; l’allievo potrà allora iniziare, sempre sotto la guida degli istruttori, ad addestrarsi alle tecniche che gli consentiranno di conseguire ulteriori abilità e superare quindi tutti i test pratici previsti dalla normativa per poter accedere all’esame di “licenza” (dovrà tra l’altro anche avere assolto a quanto previsto dalla normativa in merito a numeor di lanci e tempo di caduta libera). L’esame per il conseguimento della licenza di paracadutista è una prova teorica che l’allievo sosterrà con una Commissione nominata dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e presieduta da un suo funzionario; una volta superato l’esame, l’ENAC rilascia la “Licenza di Paracadutista”; da questo momento, non si ha più lo status di allievo, bensì quello di paracadutista, con diverse prerogative e responsabilità.
Il paracadutismo civile è regolamentato, come ogni altra attività aeronautica civile, da norme emanate dal Ministero dei Trasporti e quindi come ogni altra attività aeronautica civile si parla di licenza (di paracadutista, di pilota di aereo, di pilota di elicottero, eccecc). Il brevetto di paracadutismo è tuttora in vigore per l’attività militare o di interesse militare regolamentata dal Ministero della Difesa.
E’ necessario un certificato di idoneità psico-fisica, specifica per paracadutismo, da effettuarsi da parte di un medico della Federazione Medico Sportiva Italiana. Il certificato di idoneità ha validità è di 2 anni fino al 50° anno di età e di un anno per coloro che hanno superato i 50 anni.